Milano EXPO 2015 – Terzo round

Ancora un po’ di immagini dall’EXPO.

Padiglione Azerbaijan (sì, lo ammetto: ho dovuto aprire Google per esser certo di averlo scritto bene!): Molto notevole, divertente, colorato e interattivo. Si compone di tre sfere trasparenti, dentro cui il visitatore cammina e guarda, tocca, annusa. Molto scenografico. E anche le parti di collegamento meritano, se non altro per le aiuole di fiori hi-tech variopinti che si accendono se sfiorati con le mani. Non ve ne staccherete più!

Padiglione Kazakistan (qui ero un po’ più sicuro, ma ho controllato lo stesso): Bello fino a metà, strepitoso alla fine. Non so se svelarvi perchè… non ve lo svelo.

Padiglione Regno Unito: Esperienza sensoriale in mezzo ad api e uccellini. Detto così, verrebbe da pensare che è una figata. Non è così. E’ un giardino sopraelevato in cui si sentono i rumori che normalmente si sentono al parco. La parte bella è l’alveare metallico in cui si entra.

Padiglione Spagna: bottiglie appese al soffitto, rampe di legno lunghissime, piatti in tutte le pareti su cui proiettano immagini… le solite cose, insomma. Ah, e su un grande schermo il filmato del molleggiato che spreme l’uva ne “Il bisbetico domato”, audio compreso: davvero arduo non fermarsi a (ri)guardare.

Padiglione Italia: da fuori io lo trovo fantastico, ma si sa, de gustibus non est disputandum. Non sono entrato. Perchè? C’era una coda enorme (non facevano entrare in quel momento perchè aspettavano la delegazione del Turkmenistan – ah, questo l’ho controllato altrochè – con premier al seguito) e ancora troppo da vedere. Se ci torno, entro. Ma se ci torno, naturalmente, Murphy vuole che quel giorno ci saranno Obama e il Papa in visita.

Milano EXPO 2015 – Immagini

Ecco qui un’altra serie di immagini, scattate nei padiglioni del Belgio, Vietnam, Thailandia e Cina.

P.s. Le immagini del cantiere dell’EXPO, scattate il 7 Marzo scorso, le trovate invece qui e qui.

Milano EXPO 2015 – Enjoy!

E’ finalmente arrivato il 1° Maggio. E con lui anche l’apertura dell’EXPO 2015, Milano.

Quanto se n’è parlato… ce la fanno. No, non ce la fanno, che figuraccia faremo, noi italiani, come al solito.

Il 3 Maggio, inaspettatamente, ho avuto la possibilità di andare. Non l’avevo programmato, ma mi ci sono ritrovato, invitato da un amico a cui sono grato. E dell’EXPO ho capito che:

1- Chi intende visitarlo si metta l’anima in pace: non è possibile visitarlo tutto in giornata, non c’è verso. Non importa quanta gente c’è, anche se si fosse i soli visitatori della giornata, è troppo grande, troppe cose da vedere, troppi padiglioni ricchi di contenuti.

2- L’Italia non ha fatto alcuna figuraccia. Non perchè sia tutto aperto e funzionante, no, ci sono parti incomplete o semichiuse e si vedono. Ma non se ne sente la mancanza, perchè comunque si ha tanto altro da fare.

3- E’ una figata. Semplicemente. E’ divertente, colmo di spunti interessanti, very very high-tech. Un parco dei divertimenti a tema “cibo”.

4- Andateci. Ne vale la pena. Io ci tornerò.

Un po’ di foto scattate durante la visita. Le pubblicherò a rate, che sono troppe. Mancheranno alcuni padiglioni, vedi punto 1.

Mamma mia!

Poichè “la mamma è sempre la mamma”, specialmente, pare, per noi italiani, lasciatemelo dire: Buon Compleanno mamma!

E complimenti a mia sorella, che ha procurato la torta, e a nostra nipote (dei miei, in qualità di nonni, e nostra, in qualità di zii), che ci ha intrattenuto con balletti e coerografie, coadiuvata dalla sua amichetta, gradita ospite a cena.

La torta era bella e, credetemi, anche deliziosa!

“Mom is always mom”, especially for italian people, so let me say: Happy Birthday mom!

And congratulations to my sister, who found the cake, and to our nephew, who entertained us with dance, helped by her friend, our nice guest for dinner.

The cake was beautiful and, believe me, also delicious!

Shooting spring!

Le prime giornate veramente primaverili. Sole caldo, luce fino a tardi… la vita esplode.

E allora niente di meglio di una passeggiatina con moglie e cane lungo il fiume, con macchina fotografica al seguito, of course.

C’è anche il tempo di fare qualche lancio di pallina con Selly e giocare con i riflessi di una pozzanghera…

First spring days. Hot sun, evening light… life explodes.

Nothing’s better than a walk with my wife and dog along the river, with dslr, of course.

Also, there’s time to play with Selly and her ball and to joke with water reflections…

Condividi da WordPress

Flickr Friday: The #Breakfast Selections – http://wp.me/p41bd-hdt

Ogni settimana mi diverto a partecipare al contest fotografico di Flickr, denominato flickrfriday. Un tema diverso ogni volta, una sfida perpetua. Nessun premio, solo la ricerca della soddisfazione di vedere la propria foto  selezionata fra tutte quelle pubblicate. E visto che questa settimana c’è anche la mia, beccatevi il link!